Dopo la comunione

 

O Maria, Madre Immacolata di Gesù e Madre mia dolcissima, Regina del Santo Rosario, Tu che ai giorni nostri ti sei degnata di scegliere a tua dimora la Valle desolata di Pompei, qual novella Sionne, donde illumini i popoli della luce delle grazie e delle misericordie tue; deh! volgi verso di me i Tuoi occhi pietosi, e mi riconosci Tuo servo e figliuolo che Te ama, e a Te grida: Madre di Misericordia!

 

Accorri benigna ai miei gemiti, ai miei clamori: i passi tuoi immacolati mi schiuderanno il sentiero della purezza e della pace.

 

Suoni alle mie orecchie la Tua soavissima voce, o dolce Signora mia, perchè Tu non hai che parole di vita.Apri le tue mani piene di grazie, e il tuo servo indegnissimo, che Te chiama, aiuta perdonando; e scampalo ognora dalle insidie dei suoi nemici.

 

Stendi sino a me quelle dolci catene della tua Corona, con le quali avvinci i cuori più duri; e il cuor mio ribelle stringi a Te, sì che, da Te più non si parta.

 

O Rosa d'inviolata purezza, con la fragranza dei tuoi verginali profumi traimi all'amore del Paradiso.

 

O cara Rosa del Signore, io sospiro a Te di amore e di dolore. Deh, inteneriscimi col tuo pianto; compungimi con la tua compassione; trafiggimi coi tuoi dolori; rinvigoriscimi con la tua grazia.O Maria, Madre di grazia, prega per me. Prendi me per tuo servo.

 

Fa che io sempre confidi in Te; sempre io pensi a Te; sempre io chiami Te; sempre io serva a Te; sempre io ami Te. Per Te io viva, per Te io operi, per Te patisca, per Te muoia.

 

E nell' ora della morte liberami dal demonio, e conducimi per mano a Gesù Tuo

Figliuolo e mio Giudice.

 

O Cuore immacolato della Madre di Dio, fonte inesausto di bontà, di dolcezza, di amore e di misericordia, ricevi il mio cuore. Rendilo; simile al Cuore Tuo. Purificalo con la Tua intercessione, santificalo col Tuo amore, distaccalo dall'amore delle creature. E quel fuoco divino che accende il Tuo Cuore, accenda pur anco il mio nel tempo e nella eternità. Così sia.

 

Un'Ave al Cuore immacolato di Maria.

 

Dolce Cuore di Maria, siate la salvezza mia.... Rifugio dei peccatori, pregate per noi. Indulgenza Plenaria una volta al mese.

 

Memorare alla Vergine di Pompei.

Ricordati, o pietosissima Vergine del Rosario di Pompei, non essersi udito mai, che alcuno  dei  tuoi  devoti,  il  quale  abbia  col  Rosario  invocata  la  tua  assistenza  o implorato il tuo soccorso, sia rimasto abbandonato. Io, animato da tal confidenza, a Te vengo, o Madre della Misericordia, Vergine delle vergini, potente Regina delle Vittorie. Peccatore gemente, eccomi prostrato ai tuoi piedi imploro pietà, ti chieggo grazia. Deh! non disprezzar le mie suppliche, o Madre del Verbo; ma pel tuo sacratissimo Rosario, per la predilezione che mostri al tuo Santuario di Pompei, benigna ascoltami ed esaudiscimi. Così sia..

 

Si ripeta tre volte: Regina Sacratissimi Rosarii, ora pro nobis.

 

Si dica un'Ave per il Beato Bartolo Longo, Avvocato e fondatore del Santuario di Pompei e delle Opere di Misericordia.