Stampa

Noi Cattolici siamo ancora in grado di sapere come comportarci e che cosa difendere ?

Gesù ha detto: “  I figli delle tenebre sono più scaltri dei figli della luce. - Lc 16, 8 -

Date al Signore la Gloria del Suo Nome, prostratevi al Signore in santi ornamenti. Salmo 28

Le regole di vita per la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria

La Santissima Vergine Maria, Ausilio dei Cristiani e Corredentrice del Genere Umano, sia sempre su di te e ti protegga!

Cosa e come prendere coscienza pratica della propria vita per consacrarsi al Cuore Immacolato di Maria

 

     A tutti i Cattolici di Buona Volontà.

     Considerando che tutti siamo dei peccatori, per divenire degni di prostrarci innanzi alla Maestà Divina, per poi ravvisarci nella Figura dell’Immacolata Concezione, dobbiamo saper rispettare in tutto la Santità della Beata Vergine, Maria Santissima. Per questo, occorre essere certi che ogni nostra azione deve essere degna di tale privilegio, per ottenere le grazie necessarie per la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria!

   Per questo motivo è indispensabile essere consapevoli dei nostri limiti, per evitare di farci cogliere da un certo pessimismo a causa della nostra miseria umana. Ciò non avverrà se riusciamo a sentire in noi il Santo Timore di Dio, un “dono” tra i più importanti sentimenti, di cui anche gli Angeli hanno verso l’Onnipotenza del Padre Celeste.

   Questa consapevolezza deve spronarci nella volontà di saper evitare ogni atteggiamento, interiore ed esteriore, che possa offendere la Santità della Nostra Santissima Madre Celeste. Pertanto, sguardi, pensieri, comportamenti, espressioni, quindi ogni nostra parola ed azione deve essere dignitosa e controllata, per resistere alle tentazioni e, in tal modo, saper rispettare, con il nostro comportamento, la Santità della Madonna, in maniera da poter offrire, con adeguato rispetto e devozione, la nostra vita alla Santissima Vergine Maria.

    Per intraprendere questa “regola di vita”, sostenuti dall’Aiuto Divino, occorre mettere in pratica la piena coscienza e la completa volontà del nostro agire. Inoltre occorre avere il saldo convincimento di dover evitare ogni concupiscenza, purificando i nostri sensi in tutte le sue manifestazioni (parole, sguardi, desideri, azioni, opere, esibizionismi indefiniti o equivoci e quant’altro possa essere compiuto con leggerezza).

   Quindi, prima di intraprendere un vero e proprio cammino spirituale per la Consacrazione, occorre valutare se siamo nella disposizione e nelle condizioni di poter compiere un tale importante ed adeguato “Atto di devozione alla Santissima Vergine Maria”, così come Lei desidera possa avvenire per tutti i Suoi veri e devoti figli.

   Con tale premessa, confidando nell’Aiuto dello Spirito Santo e nella Misericordia di Dio, con la Speranza di poter raggiungere le sante Virtù Divine, possiamo intraprendere un vero cammino spirituale, mettendo in pratica gli insegnamenti evangelici e divenire così veri figli devoti della Santissima Vergine Maria, Nostra Madre Celeste. Quindi occorre iniziare a modellare il proprio pensiero, il proprio animo ed il proprio corpo, dalle più semplici azioni ed atteggiamenti, fino a raggiungere quell’equilibrio interiore ed esteriore conforme a quanto si legge nelle pagine del libro “La Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria”, non solo per cercare di conformarsi alle qualità ed ai privilegi di cui gode la Nostra Madre Celeste, la Regina della Chiesa, la Regina dei Veri Cristiani, la Regina dei Martiri e di tutti i Santi, la Regina delle Vittorie, ma anche per testimoniare ed avvicinare il più possibile altri fratelli e sorelle in Cristo ad onorare la Sua Persona, Lei che è nel Cielo, così come è ancora Presente tra noi in Terra.

   Molti, nonostante abbiano intrapreso tale cammino spirituale, non si accorgono di come conducono la propria vita, sia nel parlare che nell’agire, continuando a copiare le futili ed indecorose mode che offre il mondo intorno! Infatti, nella realtà, tutto ciò che può sembrare normale non lo è, specie quando si seguono le mode del momento (nel parlare, nel comunicare, nel vestire, nel comportarsi in tutto), al solo fine di rendersi uguali agli altri, così come i mass media impongono, riuscendo quasi sempre a schiavizzare l’intera esistenza dell’uomo.

   Per questa ragione, occorre abbandonare atteggiamenti, parole, azioni, vezzi personali ed altro che offendono la natura della Purezza, del Candore, della Santità della Madonna, la Sublime tra tutte le creature vissute sulla Terra. Pertanto, indumenti succinti, costumi indecorosi, trucchi accentuati e vistosi, vezzi che si adeguano al conformismo del momento, alle mode indecenti… ed altro ancora, devono essere abbandonati o, quantomeno, mitigati al massimo, nei limiti della vera decenza e sobrietà, al fine anche di non mettere a disagio ed in pericolo la riservatezza dei sacerdoti e dei religiosi, la solidità degli adulti e delle famiglie, la tenera innocenza dei bambini. Solo così si troverà un equilibrio che rispetterà il pudore e la modestia da una parte, la moderata compostezza estetica dall’altra. Tutto questo fa parte di una scelta di vita, del buon senso e non solo, ma anche di un rispetto verso i luoghi sacri, le persone ed i costumi che fanno parte della vita della Beata Vergine Maria, la Madre di Dio, verso la Quale ci proponiamo, come figli prediletti e devoti, di compensare le mancanze di coloro che si ritengono cristiani, ma che lontani dal Suo Cuore Immacolato, offendono il Suo Divin Figlio Gesù.

   Affidiamoci alla Divina Volontà, ma anche all’intimo e convinto desiderio di rispettare la Santissima Madre Celeste, l’Immacolata Concezione, la Corredentrice del Mondo, mettendo in pratica il vero e Santo Timore di Dio Padre, per rispettare la purezza dell’Immacolata Concepita senza peccato, Madre di Dio e Madre Nostra Purissima.

Così sia. Amen. Amen. Amen.

“Convertitevi, il tempo è vicino!”

 

Pro manuscripto a cura del Movimento di Preghiera Beato Bartolo Longo