Stampa

 

Attiraci a Te, amabilissimo Giuseppe: noi ti seguiremo.

Il tuo nome è il più bello di tutti i nomi, dopo i nomi santissimi di Gesù e di Maria.

Non fu per caso ma per segreto consiglio della Provvidenza, che tal nome ti fu imposto dai tuoi parenti; e Dio prima d'allora aveva indicato nel suo significato i prodigiosi progressi che avresti fatto in grazia, in virtù e in gloria, dinanzi agli Angeli e dinanzi agli uomini.

Angeli del Cielo, Santi e Sante del Paradiso, voi che godete quando l'amabile nome di Giuseppe risuona nella Città Santa, insegnateci la stima che dobbiamo nutrirne, ed il rispetto con cui dobbiamo pronunziarlo.

Il nome tuo, o Giuseppe, letizia al Cielo, è l'onore della terra, è il conforto dei mortali: rinvigorisce gli stanchi, consola gli afflitti, risana gli infermi, ammorbidisce i cuori induriti, aiuta nelle tentazioni, libera dalle insidie del demonio, ottiene ogni sorta di beni a quelli che lo invocano, e partecipa della potenza dei santi nomi di Gesù e di Maria.

Possa pertanto un nome sì bello e salutare essere scritto a caratteri di stelle nelle azzurre volte del firmamento, affinché sia veduto e pronunziato da tutto il mondo.

Possa essere scolpito dall'amore nostro, affinché tutti gli uomini lo amino e l'onorino. Possa essere nella mia bocca e nel mio cuore, adesso e nell'ora della mia morte, affinché mi sia credenziale nell'uscire a questa vita!

Amen !

 

(Dagli scritti del Beato Bartolo Longo).