Stampa

Spesso molti cattolici, anche quelli più colti, non sanno a cosa serve l'Acqua Santa.

Fare devotamente il Segno della Croce con l'Acqua Santa porta innumerevoli benefici per il corpo e per l'anima: Essa spaventa i ‘demoni’, ottiene il perdono dei peccati veniali, può liberare da incidenti, da vari pericoli e può guarire anche malattie.

Perciò, occorre farsi beneficiare da questo “prezioso strumento” istituito dalla Santa Madre Chiesa, che andrebbe utilizzato in tutte quelle difficoltà che si incontrano nella vita!

L’Acqua Santiera deve essere sempre disponibile all’entrata di in ogni chiesa.

I fedeli hanno l’obbligo di far presente al Parroco quando in essa manca l’Acqua Santa.

A cosa serve e come usarla?

Sono diversi i modi per usarla; il più comune è quello di fare con Essa il Segno della Croce, con la frase: Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Un altro valido esercizio è quello di cospargerLa su se stessi, su altre persone, nei vari luoghi ed anche sugli oggetti. Ogni laico o laica lo può fare. Naturalmente, la Benedizione con l’Acqua Santa è ancora più valida se il rito viene esercitato da un Sacerdote.

Il suo effetto più importante è quello di allontanare i ‘demoni’, il quale "va in giro come leone ruggente”, cercando di fare ogni sorta di male, come ci avverte San Pietro (I, Pietro 5:8).

Gli ‘spiriti maligni’, le cui azioni misteriose e malvagie spesso colpiscono le attività fisiche dell'uomo, vogliono essenzialmente portarci a commettere peccati gravi, una via facile per condurci poi all'inferno. Per questo ‘essi’ impiegano tutte le loro risorse ed è per questo che ogni persona deve utilizzare questo mezzo efficace messo a disposizione dalla Santa Madre Chiesa. Ovviamente, anche portare con sé oggetti sacri benedetti  è un altro rimedio importante per allontanare i ‘demoni’!

A volte, infatti, ‘i demoni’ provocano una serie di disturbi, fisici o psicologici, non facilmente distinguibili alla comune osservazione.

Altre volte, nel nostro iter quotidiano, ‘essi’ creano problemi che appaiono come cause puramente naturali, provocando incidenti minori od altro.

In molti casi, ad esempio, nel momento di dover compiere un dovere benefico o una azione positiva, la persona sente un malessere inspiegabile, uno sgomento inaspettato, uno strano mal di testa, che a volte riesce a demoralizzarla, al punto da farla desistere dall’azione buona che vuol compiere, che può essere anche la semplice preghiera.

Un’altra  circostanza,  abbastanza  comune,  è  quella  che  avviene  in  determinate circostanze dove, senza alcun motivo, spesso il marito diventa improvvisamente irascibile con la moglie, o viceversa, tanto da provocare una inutile discussione, incidendo così sulla pace che prima regnava nella casa. In altri momenti avviene che il padre o la madre, a causa dell'impazienza o dell’incomprensione, rimprovera duramente il figlio, anziché ammonirlo dolcemente; così, talvolta, il figlio si ribella e abbandona la famiglia. Quindi, in questi casi, si può evitare tutto se si riesce a prevenire la reazione scacciando il ‘demone’ con un semplice Segno della Croce, fatto bene e con l'Acqua Santa. Quando si avvertono queste strane sensazioni, occorre quindi intervenire in anticipo, per mantenere l’equilibrio famigliare e far ritornare la serenità. Per ottenere tali risultati, è sufficiente mettere in pratica questi comprovati suggerimenti e, naturalmente, non abbandonando la perseverante Preghiera, con le invocazioni agli Angeli Custodi e a San Michele Arcangelo.

Va ricordato, inoltre, che l'Acqua Santa è un Sacramentale che consente di ottenere il perdono dei peccati veniali.

Spesso la sola Acqua Santa portata con noi, assieme ad oggetti sacri (come la Corona del Santo Rosario, la Medaglietta della Madonna Miracolosa, il Trigramma di San Giacomo o di San Bernardino ecc.), ci libera da pericolosi incidenti nel convulso traffico cittadino od autostradale, nonché da aggressioni, cadute ed altro.

Non é da escludere anche l’aiuto che, con l’Acqua Santa, si ottiene sulla guarigione da malattie. Nel famoso libro "Il testo degli esempi" viene narrata la storia di un bambino gravemente malato, che ha immediatamente ottenuto la guarigione dopo aver ricevuto la Benedizione da San Giovanni Crisostomo con l'Acqua Santa.

L'Acqua Santa quindi, come lo è ogni Sacramento, ci consente, nelle diverse circostanze della giornata, di ricevere l'Aiuto dello Spirito Santo, per il bene della nostra anima e del corpo.

Un altro vantaggio, poco conosciuto, è quello di utilizzare l'Acqua Santa per ottenere anche un beneficio sulle persone che sono distanti da noi o che sono trapassate nell’Eternità. Ogni volta, infatti, che usiamo l’Acqua Santa per fare il Segno della Croce, mettendo l’intenzione  di coinvolgere  le  Anime  Sante  del  Purgatorio, molte  di queste vengono sollevate dalle loro sofferenze.

A  questo  proposito  va  ricordata  la  Rivelazione  fatta  il  12  Febbraio  1998  a  Fulda (Germania) dalla Vergine Santissima Maria alla veggente Anna, la quale fa vita riservata.

In tale occasione, la Madonna (in attesa che dalla Chiesa venga proclamato il Dogma - cioè che, oltre ad essere la Madre di Dio, venga venerata anche come Corredentrice del Mondo), ha manifestato la Sua volontà di donare Grazie e di liberare tantissime Anime dal Purgatorio, per condurle nel Gaudio della gioiosa Luce Eterna, ogni volta che, con libera insistenza, La invochiamo mediante la breve preghiera-giaculatoria: Santissima Vergine Maria, Madre di Dio e Madre Nostra, Corredentrice del Mondo, prega per noi “.

Utilizzando questa grande Grazia, concessa dalla Divina Misericordia, di poter aiutare le Sante Anime del Purgatorio, Esse saranno infinitamente riconoscenti e, a loro volta, ci aiuteranno, con le loro preghiere, a sostenere il difficile travaglio della nostra vita terrena.

 

(immagine a sinistra) La fulgida testimonianza di Catalina Rivas

La Santa Messa, dove il Sacerdote diviene il Ponte tra la Terra ed il Cielo.

La Comunione dei Santi nella Chiesa Celeste e nella Chiesa Purgante, con la Schiera degli Angeli.

 

Da dove proviene questo meraviglioso Potere?

Deriva da un vero e proprio Sacramento istituito dalla Santa Madre Chiesa Cattolica e conferito al Sacerdote, suo rappresentante, il quale benedice l'acqua come Ministro di Dio e in nome della Chiesa, per ottenere tutti quei benefici avvalorati poi dalle preghiere; in tal modo il Nostro Divin Salvatore, Gesù Cristo, risponde sempre con le Sue copiose Grazie.

Di conseguenza, è importante ricordare che, per divenire vera Acqua Santa, essa deve essere benedetta dal Sacerdote, secondo il cerimoniale liturgico prescritto dalla Chiesa, che  avviene  attraverso  il  "Rito  della  Benedizione",  presente  nel  "Messale  Romano", entrambi pubblicati dalla CNBB.

Sono sintetiche, ma altamente significative le Preghiere per la Benedizione dell'acqua; tra le tante, ad esempio, questa: « Signore Nostro Onnipotente, Fonte e Origine di tutta la vita, Benedici questa acqua che desideriamo usare, fiduciosi di poter implorare il perdono dei nostri peccati e di raggiungere la Protezione della Tua Divina Grazia contro ogni forma di malattia e le molteplici insidie del ‘nemico maligno’. Amen ».

«“Concedi, o Dio, che, per la Tua Misericordia, sia versata su di noi l’Acqua della Salvezza, affinché possiamo  giungere  a Te purificati nel  cuore, per evitare ogni pericolo per l'anima ed il corpo. Per Cristo Nostro Signore. Amen”».

(Gloria al Padre … )

 

Da non dimenticare !

È conveniente portare sempre con sé (anche in una semplice bottiglietta) dell’Acqua Santa, da usare in qualsiasi circostanza che riteniamo sia utile.

A questo proposito è importane sottolineare la proprietà che hanno anche le Acque scaturite dalle più importanti Fonti ispirate dalla Madonna, come quella di Lourdes, di Colle Valenza (Perugia), di San Damiano Piacentino (PC) ed altre ancora. Anche queste hanno donato pace, serenità e tante guarigioni.

Indispensabile e valida, quindi, la pratica di benedirsi con queste acque, facendo un bel Segno di Croce, o intingendo le dita nell’acqua-santiera, nel momento in cui si entra o si esce dalla chiesa.

Inoltre l’Acqua Benedetta risulta essere di aiuto in a casa, o nel posto di lavoro; prima di iniziare una preghiera, un lavoro, o un viaggio; per allontanare da casa la cattiva influenza dei ‘demoni’. Per questo, a volte è consigliabile e sufficiente cospargere nella casa e intorno ad essa poche gocce di Acqua Santa.

Questa  azione  può  essere  fatta  da  qualunque  persona  della  famiglia.  In  alcune particolari circostanze sarebbe auspicabile, però, che questa pratica venisse eseguita da un Sacerdote.

Purtroppo la bella consuetudine di un tempo, quando tutte le case venivano benedette dal Parroco, durante il periodo della Santa Pasqua, ha perso la sua tradizione.

Si può concludere affermando che l'Acqua Santa è sempre benefica e, quindi, un rimedio efficace in molteplici circostanze e per allontanare le ‘forze inique’ dell’eterno mistificatore.

Il 14 Aprile del 1982, la Madonna a Medjugorje si è così espressa:

“Dovete sapere che satana esiste. Egli un giorno si è presentato davanti al Trono di Dio ed ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo, con le intenzioni di distruggerLa. Dio ha permesso a satana di mettere la Chiesa alla prova per un secolo, ma Ha aggiunto: “Non La distruggerai”. Questo secolo in cui vivete è sotto il potere di satana, ma quando saranno realizzati i Segreti che vi sono stati affidati il ‘suo potere’ verrà distrutto. Già ora ‘egli’ comincia a perdere il ‘suo potere’ e, perciò, è diventato ancora più aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie anche tra le anime consacrate, causa ossessioni,  provoca  omicidi.  Proteggetevi,  dunque,  con  il  digiuno  e  la  preghiera, soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case e riprendete l’uso dell’Acqua Benedetta.

Papa Benedetto XVI, per aiutare le Famiglie, aveva divulgato una importante Preghiera da adottare in varie circostanze, per santificarsi ed impartirla anche durante le benedizioni private delle case. Di seguito viene riportata integralmente.

Preghiera della Famiglia

(piccola Chiesa)

« Signore Gesù Cristo, apparendo ai Tuoi dopo la Resurrezione, Hai detto loro: “Andate e ammaestrate tutte le Nazioni, battezzandole nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi Ho comandato. Ecco, Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del Mondo” (Mt. 28, 19).

Poiché  Tu  vuoi  che  tutti  gli  uomini  giungano  alla  salvezza,  vuoi  anche  che  tutti  gli  uomini riconoscano la Verità che sola può guidarci alla Salvezza (1Tm. 2,6).

Tu sei la Verità. Mediante il Tuo insegnamento la Verità è diventata per noi la Via che possiamo percorrere e che ci conduce alla Vita. Senza di Te ci troviamo nel buio, riguardo alle domande essenziali della nostra vita. Senza di Te siamo come pecore senza pastore  (Mc. 6,34). Ma Tu, ascendendo al Cielo, non ci hai lasciati orfani (Gv. 14,18). Ai Tuoi Discepoli non Hai dato soltanto il compito di insegnare agli uomini la via giusta.

Per tutti i tempi Hai loro promesso lo Spirito Santo, Che generazioni dopo generazioni li guida alla Verità tutta intera  (Gv. 16,13). Sorretta dallo Spirito Santo, la Comunità dei Discepoli, cioè la Chiesa, porta la Tua Parola attraverso i tempi, in Essa vive la Tua Parola; in Essa rimane sempre presente e dischiude il futuro, perché la Verità è sempre giovane e non invecchia mai. Aiutaci perché, mediante la Parole dell’Annuncio della Chiesa, impariamo ad osservare tutto ciò che Hai comandato. Aiutaci a prendere con gioia su di noi il giogo dolce della Verità (Mt. 11,3) che non ci opprime, ma ci fa diventare, in Te, figli del Padre e quindi ci rende liberi.

Aiutaci a trovare nella Parola della Fede Te stesso, a imparare a conoscerTi e ad amarTi. Aiutaci a diventare amici della verità, amici Tuoi, amici di Dio. Aiuta la Tua Chiesa ad eseguire docilmente, in mezzo ai perturbamenti del tempo, la Tua missione senza scoraggiarsi. Aiutala ad annunciare il Tuo Messaggio con franchezza e senza tradirne la genuinità. GuidaLa mediante il Tuo Spirito ed introduciLa negli ampi spazi della Verità. Signore, rendici grati per la Tua Parola; grati per il Messaggio del Catechismo, in cui la Tua Parola ci viene incontro, così che anche noi impariamo a dire come il salmista: “Quanto amo la Tua Legge, Signore” (Salmo 119,97).

 

Sì: “Lampada per i miei passi è la Tua Parola, Luce sul mio cammino” (Sl. 119,105). Amen  ».

(immagine a sinistra)

Sua Santità, Papa Benedetto XVI

Benedice con l’Acqua Santa.

 

 

I Sacramentali: cosa sono?

I Sacramentali sono Segni Sacri istituiti dalla Chiesa, per fornire ai fedeli principalmente benefici spirituali, ma anche temporali, ottenibili mediante la richiesta alla Chiesa stessa.

Sono Sacramentali, ad esempio, le Benedizioni di persone, delle famiglie, di case e oggetti (-olio, acqua, incenso, sale-; oppure candele, medaglie, immagini, campane, ecc). Anche se i Sacramentali abbiano analogie con i Sacramenti, essi sono differenti in due punti principali:

1  -  I Sacramenti sono stati istituiti  da  Nostro Signore  Gesù  Cristo,  e  sono sette. I Sacramentali sono istituiti dalla Chiesa, che può aumentarLi nel numero, secondo le necessità più convenienti per il bene delle anime.

2 - I Sacramenti hanno il potere di produrre la Grazia santificante, per il fatto di essere amministrati validamente, mediante la Liturgia, dalla Santa Madre Chiesa.

(1667 « La Santa Madre Chiesa ha istituito i Sacramentali. Questi sono Segni Sacri per mezzo dei quali, con una certa imitazione dei Sacramenti veri e propri, sono significati e, per impetrazione della Chiesa, vengono ottenuti effetti soprattutto spirituali. Per mezzo di essi gli uomini vengono disposti a ricevere l'effetto principale dei Sacramenti e vengono santificate le varie circostanze della vita ». 326  I tratti caratteristici dei sacramentali - 1668 Essi sono istituiti dalla Chiesa per la santificazione di alcuni ministeri ecclesiastici, di alcuni stati di vita, di circostanze molto varie della vita cristiana, così come dell'uso di cose utili all'uomo. Secondo le decisioni pastorali dei Vescovi, possono anche rispondere ai bisogni, alla cultura e alla storia propri del popolo cristiano di una regione o di un'epoca. Comportano sempre una preghiera, spesso accompagnata da un determinato segno, come l'imposizione della mano, il Segno della Croce, l'aspersione con l'Acqua Benedetta, - che richiama il Battesimo-).

I Sacramentali conferiscono solo una grazia ausiliare, attraverso il potere delle preghiere della Chiesa, ottenibile a seconda delle buone disposizioni di chi li riceve, come spesso suggeriva il grande Santo Padre Pio.

Un effetto molto importante dei Sacramentali è quello di preparare l'anima a ricevere la Grazia santificante della Volontà Divina, di Dio Padre, per aiutarla a collaborare attraverso la Sua Potenza.

(Elaborato dal contenuto originale della Rivista Araldi del Vangelo, Luglio/2006, n. 30, p. 32 e 33).

“Lo Spirito Santo, per mezzo del Padre Celeste, mi ha reso Madre: Madre di Gesù e, per la medesima ragione, anche vostra Madre.” Ora anche “Corredentrice del Mondo”. (Da un Messaggio della Madonna)

Santissima Vergine Maria, 

Madre di Dio e Madre Nostra,

Corredentrice del Mondo, prega per noi.

 

Sacro Cuore di Gesù,

confido e spero in Te! 

 

 

La Medaglia Miracolosa

 

Il Santo Rosario

Riguardo agli Oggetti Sacri, come protezione contro le ‘forze del male’, leggiamo l’Invocazione finale della Supplica alla Regina delle Vittorie, scritta dal Beato Bartolo Longo, Ardente Apostolo del Santo Rosario:

“O Rosario Benedetto di Maria, Catena dolce che ci rannodi a Dio, “O Rosario Benedetto di Maria, Catena dolce che ci rannodi a Dio, vincolo di amore che ci unisci agli Angeli. Torre di salvezza, negli assalti dell’inferno. Porto sicuro nel comune naufragio, noi non Ti lasceremo mai più. Tu ci sarai conforto nell’ora di agonia, a Te l’ultimo bacio della vita che si spegne.

E l’ultimo accento delle nostre labbra sarà il Tuo nome soave, o Regina del Rosario di Pompei, o Madre  nostra  cara,  o  Rifugio  dei  peccatori,  o  Sovrana  Consolatrice  dei  mesti.  Sii  ovunque Benedetta, oggi e sempre, in terra e in cielo. Amen “

(Salve Regina)